Informazioni e consigli per conservare bottiglie di vino

Pubblicato il da Mari

Consigli per la conservazione del vino.

Come conservare il vino in casa

Per conservare adeguatamente i vini, (nero d'Avola, Cabernet, Barbera e altri) se non si dispone di una cantina, si può utilizzare un ripostiglio, o una stanza in cui la temperatura sia intorno ai 15°C e dove ci sia buio e silenzio. La stanza non deve essere controllata dal riscaldamento casalingo; in genere basta staccare il rubinetto del calorifero in quel locale e isolare la porta con del materiale termoisolante. Sono comunque da evitare i locali che si trovano sotto il tetto della casa, come attici e mansarde a causa delle ampie variazioni di temperatura che si raggiungerebbero nella stagione estiva, e la cucina a causa della presenza di elettrodomestici che scaldano l'aria. Sarebbe utile isolare le pareti o perlomeno mettere le bottiglie in imballi di polistirolo, o casse di legno, oppure si può utilizzare una libreria in legno per potervi adagiare le bottiglie. Ma la soluzione migliore rimane quella di utilizzare un condizionatore che mantenga temperatura e umidità sotto controllo. Bisogna poi eliminare tutto ciò che può produrre odori forti come vernici e salumi poiché il vino ha una forte capacità ad assorbirli. Le bottiglie vanno disposte in basso, vicino al pavimento, in particolare i vini più sensibili agli sbalzi di temperatura vanno posizionati vicino al suolo, nel seguente ordine dal basso verso l'alto: spumanti, vini bianchi, vini rosati, vini rossi. Il vino però oltre a non amare il caldo non è neanche particolarmente amante del freddo e di conseguenza non va tenuto in frigo per più di 3 o 4 giorni, quindi è consigliabile mettercelo solo al momento di berlo. Per conservarlo bene è utile mettere le bottiglie inclinate in modo che i tappi si bagnino di vino in quanto il contatto del vino con il tappo, differentemente da quanto si potrebbe pensare non genera il classico sapore da tappo, ma anzi, impedisce all'aria nella bottiglia di andare a contatto con il tappo e di sviluppare dei "funghi" che rovinano le caratteristiche organolettiche del vino. In ogni caso però la conservazione casalinga, non garantisce una lunga e proficua vita al vino.

Effettiva efficacia dei rimedi di conservazione del vino.

Questi rimedi sono utili unicamente a permettere la maturazione e la conservazione del vino per 2-3 anni al massimo. Il rischio esiste anche in una cantina dotata delle migliori condizioni, è quindi palese che nella conservazione casalinga i rischi aumentano considerevolmente. Sono comunque in vendita sul mercato dei frigoriferi specifici per il vino, capaci di assicurare le giuste e costanti condizioni per la giusta e corretta maturazione del vino. L'inconveniente di questi frigoriferi è che devono essere costantemente collegati all'energia elettrica e che in genere offrono uno spazio piuttosto limitato per le bottiglie.

Wine retail area - Enoteca Vino Bar

Con tag Vini e Spumanti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post